venerdì 2 ottobre 2015

Pane Integrale con Zucca e Fichi

Ciao Carissimi!!!
con l'inizio di Ottobre si può ufficialmente affermare che la stagione delle zucche è arrivata, portandosi con se pure Halloween, del secondo posso fare a meno, delle prime invece, sono completamente innamorata! Io amo le zucche, in ogni loro forma, colore e sapore, qui a Londra fortunatamente ne trovo una vasta scelta e per la ricettina di oggi ne ho fatto scorta, piatte, rotonde, bianche, verdi ed arancioni ovviamente. Per oggi userò una zucca di piccole dimensioni, che in Italia credo sia classificata come zucca mantovana (aiutatemi voi!), è a pasta gialla, buccia verde, sapore intenso quasi di nocciola, e molto molto corposa, perfetta per l'impasto del pane. In questo caso la cucino in forno - anche se devo dire che quasi sempre la cucino in forno - così sono sicura di mantenere il gusto pieno, dopo averla tagliata e messa nella teglia la riempio di odori, un po' di timo, rosmarino, aglio e peperoncino, favolosa. Quando è pronta la faccio a pezzi più piccoli, quasi un chunky mash e la unisco a farina, lievito, olio ed acqua. Ed il gioco è fatto!

Ingredienti
170gr farina integrale
200gr farina di semola di grano duro rimacinata
130gr farina tipo 0
tenetevi un po' di farina a portata di mano per impastare!
400-450gr zucca cotta
80gr fichi secchi
40gr semi di zucca
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di sale
280ml acqua (potrebbe variare a seconda di quanto umida sarà la vostra zucca)
7gr lievito di birra disidratato o 22gr lievito di birra fresco

Preparazione
bè più o meno si capisce, (soprattutto guardando il video!)quando si tratta di pane bisogna impastare e se voi avete impastatrice, kitchen aid, macchina del pane o planetaria mettetele in azione, oggi c'è bisogno di loro.
Se invece siete come me, salde amiche delle vostre braccia, tonificate i vostri deltoidi e bicipiti impastate dosando la vostra energia per ottenere un impasto liscio, e non dimenticate musica a palla di sottofondo, meglio se cantabile e ballabile con i fianchi! cosa consiglio io... un bel Macklemore e passa la paura, allegro e non c'è amore di mezzo così non rischiate di scoppiare a piangere proprio sull'impasto!

3 commenti:

  1. Questa settimana proverò a farlo! Ti farò sapere!

    RispondiElimina
  2. Hi meg, volevo provare la tua ricetta... Ce ne pensi se facessi lievitare il primo impasto tutta la notte?
    Grazie marzia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marzia! penso che sia perfetto! la lievitazione lunga è la più ideale per la panificazione, così non solo ha tutto il tempo per prendere il gusto, ma sfrutti tutta la potenza del lievito!!! bacini e buona panificazione!!! :)

      Elimina