domenica 11 marzo 2012

American Cheese-Cake

Ciao a Tutti!
L'altro giorno, nel giallo della mia cucina ho girato un altro video... Questa volta avevo voglia di deliziare i vostri occhi e le vostre orecchie con l'American Cheese-Cake, anche conosciuta come New York Cheese-Cake, che a differenza della normale Cheese-Cake va cotta in forno. Ora, il nome mi suggerisce, come credo anche a voi, che la prima venga dall'America, nello specifico da New York, e la seconda, dall'Inghilterra, se non altro perché il nome è inglese! Ma a quanto pare non è proprio così, gli inglesi dicono che l'American Cheese-Cake non sia americana, ma inglese, e che il nome, con cui è conosciuta in tutto il mondo, è sbagliato... purtroppo non ho avuto modo di confermare la notizia con un americano, quindi prendo la notizia così come viene e ve la giro! Se siete in presenza di inglesi vi consiglio di chiamarla Cheese-Cake cotta, o meglio Baked Cheese-Cake!
Ad ogni modo tutto questo per dire che non ho registrato un bel niente...  a parte per l'introduzione degli ingredienti e la fase conclusiva, che godendo della loro importanza ho deciso di riassumere in uno dei magici video che voi tanto adorate! Per il resto vi scrivo la ricetta! Ovviamente non ho neanche le foto per esprimere meglio la mia spiegazione, perché "ovviamente" contavo sul video!

Cosa vi serve:
due ciotole capienti
un colino per setacciare la farina
una spatola
una frusta elettrica, o una frusta a mano
un frullatutto -  col frullatore viene male, ci ha provato la mia "sista" e ci ha messo due ore, meglio usare un attrezzo pesante da cucina, tipo batticarne o mattarello!
una tortiera con la cerniera (cioè con il bordo apribile) o una tortiera con il fondo che si toglie, o del cartoncino un po' rigido ma modellabile
una spugna di quelle per lavare i piatti (poi capirete!)
stuzziacadenti (poi capirete anche questo)

Ingredienti
per la base:
350gr di biscotti al cioccolato, sconsiglio i pan di stelle che hanno troppo zucchero, o se preferite le Digestive. (vi assicuro però che la base al cioccolato spacca!)
100gr di burro (sono assolutamente sufficienti, dubitate di chi dice che ve ne servono 125gr)

Per l'impasto -  per una tortiera da 26cm - che è la più diffusa in Italia
4 uova
150gr di zucchero
600gr di Philadelphia Light - o formaggio spalmabile Light
150ml di panna da montare (ma non andrà montata, questo per dire che non potete usare quella nella bomboletta, anche perché sa di chimico)
1/2 limone, solo il succo
1 bustina di vanilina
due cucchiai di fecola di patate o maizena - se non l'avete va bene anche la farina 

Per la copertura - guardate il video!
marmellata di fragole
un po' di succo di limone
fragole fresche qb o qp (quanto vi piace!)
200gr Cioccolato fondente

Preparazione:
Per prima cosa imburrate con un velo di burro la tortiera, e rivestite il fondo con della carta forno il che vi aiuterà a togliere la torta una volta cotta.
Scaldate il burro a fuoco lentissimo, quando è quasi sciolto spegnete, tritate finissimamente i biscotti, e in una ciotola amalgamate per bene la polvere di biscotti con il burro. Disponete questo mix nella tortiera, distribuendo sia sui bordi che sul fondo e premendo bene, attenzione sui bordi a non crearli troppo fini altrimenti si brucia in forno e non è gradevole al gusto (a chi piacciono i biscotti bruciati?), e vi consiglio di non creare troppo spessore, in generale, ma soprattutto all'incrocio tra il fondo e i bordi, è una cosa che richiede due minuti di pazienza e attenzione, e il risultato è assicurato (il batticarne è perfetto per questa operazione)! Una volta fatto coprite con la pellicola e mettete a riposare in frigo!
Accendete il forno a 180°.
Per l'impasto, montate lo zucchero con le uova e il Philadelphia, aggiungete la panna da montare, che avrete lasciato liquida, il succo di limone e la vanillina con la fecola/maizena, setacciata.
Versate il tutto nella tortiera con la base che avete precedentemente preparato, vedrete che l'impasto è molto, davvero molto liquido, ma niente paura la fecola farà il suo dovere. E infornate!
Dopo 30 minuti a 180° abbassate il forno a 160° per altri 25-30 minuti. Deve dorarsi sopra, ma non troppo se no si spacca, se si spacca non è un gran danno, non vuol dire che la vostra torta non è buona, semplicemente è stata cotta un pochino troppo. Fate così se è dorata e con dorata intendo che la superficie è diventata color giallo PANTONE® 130 C allora spegnete!
Fatela raffreddare bene!
E per la copertura e decorazione non vi resta che guardare il video!
Mettete intanto a sciogliere a bagnomaria la cioccolata fondente!

Enjoy!!!!

Nessun commento:

Posta un commento