lunedì 27 febbraio 2017

In Giro con Meg - Tailandia - Bangkok - le isole e la Malesia

Oggi navigavo per il blog, e mi sono accorta che il mio ultimo post risale al 23 dicembre, la cosa è piuttosto sconcertante, lo so che sono in giro per il mondo, ma è giusto che voi viviate con me la mia esperienza. (qui trovate il video con un po' di immagini e si chiacchiera un po' di Tailandia!)
banana Tree in Koh Tao
Direi come prima cosa che questo è il più bel viaggio che io abbia mai fatto.
Non è solo il viaggio in sé, ma l'atmosfera di ogni giorno.
Ogni giorno incontro persone nuove, ogni giorno scopro luoghi inaspettati, ogni giorno succede qualcosa che mi farà ricordare di quel giorno per tutta la vita.
E' difficile da spiegare, quello che posso dirvi è di prendere coraggio ed affrontare un viaggio lungo, zaino in spalla e via. Per la strada incontrerete chi come voi viaggia low cost, ed insieme sarete pronti a prendere quel treno notturno che è inaspettatamente comodo e che avete pagato pochi euro.

-Treno Bangkok - Chumpon , bus fino al porto e traghetto Chumpon - Koh Tao 1000 Baht (27 Euro ca.)

View Koh Phi Phi
E' tempo di fare un po' il punto della situazione, in questi mesi ho cucinato una sola volta, ero in Koh Lanta, un'isola nel sud ovest della Tailandia, dormivamo in un bungalow su una delle ultime spiagge, Khlong Khong Beach, il posto si chiama 6ixcret Bar, lì si dorme con pochissimo, ogni Bungalow è per circa 300 Baht (8 Euro ca.) meglio se condiviso con un'amica o il fidanzato, ma in ogni caso molto economico. La gente del posto vi farà sentire a casa, vi daranno consigli e vi faranno passare indimenticabili serate, con musica e soprattutto il suono del mare.
Per loro abbiamo cucinato spaghetti al pomodoro, un classico italiano, li abbiamo cucinati in un wok, non chiedetemi come ma sono venuti ok, ho cucinato meglio, ma tutti hanno apprezzato molto. 

il giorno in cui
abbiamo cucinato in Koh Lanta
Se invece volete rilassarvi in spiaggia, lasciate che sia Tutkta a cucinare per voi, magari un po' costoso, ma molto molto buono.

Dopo Koh Lanta mi sono separata dai compagni di viaggio con cui ero arrivata a Bangkok, ho preso un mini van (3 orette ca.) ed un traghetto (2 ore ca.) per la comoda cifra di 1000 Baht (27 Euro ca.) sono giunta a Koh Lipe, dove mi hanno chiesto 250 Baht (poco meno di 7 Euro) per entrare sull'isola. Anche Koh Phi Phi (20 Baht - 0,50cent) e Koh Lanta (10 Baht - 0,30 cent) hanno una tassa di entrata. E' una tassa turistica, esattamente come in Italia, Spagna o Francia, sono delle piccole tasse che in genere aiutano la provincia ed il governo a gestire i turisti ed i rifiuti che produciamo.

Ci sono così tante cose di cui vorrei parlare, ma non vorrei rischiare di confonder tutto, quindi cercherò piano piano di raccontarvi e darvi dettagli.

Il giorno in cui con Agnes,
Rachel, Shane e Robin
siamo andati a fare
 il giro delle isole
(Islands Hopping 35RG -
7,50 Euro ca.)
 in Langkawi.
Troppo turistico
per noi, abbiamo quindi
trovato una via alternativa!
Islands Hopping - NON CONSIGLIATO!
Per ora sono in Malesia, Kuala Lumpur (nessuno la chiama Kuala Lumpur, soprattutto i locali, si dice solo KL - keiel) non era parte dei piani iniziali, ma la vita è così, sai dove parti ma non sai dove finirai. Alloggio al PODsBackpakers, vicinissimo alla stazione centrale (Nu Sentral), si paga solo 35RG - 7,50 Euro ca. a notte, le docce sono meravigliose, le stanze sono stanzoni con letti a castello (stanza singola costa 65RG - 14Euro ca. per notte) la colazione è inclusa, toast con marmellata e un caffè, giusto per cominciare la giornata. In viaggio con me c'è Agnes, conosciuta a Langkawi, siamo diventate amiche. Gireremo KL insieme, poi lei andrà nel nord della Tailandia, a Chiang Mai, io invece scenderò giù in Indonesia, anche questo non era parte del piano, ma viaggiare è così, e così che deve essere vissuto.

Enjoy the journey.





venerdì 23 dicembre 2016

Sformato di verdure, è vegano ma non lo sa nessuno | Le Ricette di #Natale

Buon venerdì Carissimi,
domani è la vigilia, ed il regalo più grande me lo avete già fatto voi, per essere la community più bella che si possa desiderare, siete persone fantastiche ed io sono molto molto fortunata!
Oggi la ricetta è ancora più speciale, perché la dedico a mia sorella, che da vegana mi ha chiesto un piatto da poter prepare per la vigilia a casa dei suoceri, ma doveva essere qualcosa di speciale, festivo  così buono da andare oltre i limiti dell'etichetta, e così sorellina mia questo è per te! Ti voglio bene!

Ingredienti
1 zucca, circa 650gr
2 melanzane medie
1 porro
timo
150gr pomodorini secchi sott'olio
basilico
60gr farina di ceci
60gr olio di semi di girasole
600ml latte vegetale
semi di girasole
semi di zucca
sale
pepe

Preparazione
nel video vedrete come sia uno sformato semplicissimo, quasi fosse una parmigiana di melanzane, si cuoce tutto a parte, e poi si mette tutto insieme. Sono molti i lati positivi di questo piatto, oltre ad avere un alta percentuale di verdure, non ha glutine e pochissimi grassi, ottimo per tenersi in forma anche durante le vacanze più temute dalla bilancia.
Lasciatevi anche voi tentare dalla golosità della verdure!

venerdì 9 dicembre 2016

Il Villaggio di Natale con il Pan di Zenzero | Le Ricette di #Natale

Buona sera carissimi!

oggi il video l'ho girato, montato e pubblicato proprio questo venerdì, come al solito zero tempo, poi c'è il Natale di mezzo, il che vuol dire che il tempo a mia disposizione è pari a zero.
Ma questo non mi impedirà di costruire per voi un magico villaggio di natale, fatto di zucchero e spezie, che è bello da vedere e buono da mangiare.

Avevo già realizzato una Casetta di Pan di Zenzero, ma oggi per voi ho voluto fare le cose in grande

Ingredienti
820gr Farina
200gr Zucchero di Canna - io ho scelto la qualità Moscovado
230gr Burro - a temperatura ambiente
320gr Zucchero Invertito - trovate la ricetta qui
4 Cucchiaini Zenzero
2 Cucchiaini Cannella
1 Cucchiaino Noce Moscata
1 Cucchiaino Chiodi di Garofano
1 Cucchiaino Sale
1 Cucchiaino Bicarbonato
per la glassa
250gr zucchero a velo
acqua q.b
e per decorare tutto quello che volete!

Preparazione
la ricetta è semplicissima, la realizzazione dei biscotti è molto veloce, il che rende tutto più facile nel periodo più bello e più frenetico dell'anno!







venerdì 25 novembre 2016

Torta all'acqua, con caffè e cioccolata | Le Ricette di #Natale

Buon Venerdì miei Cari,
oggi sono un po' in ritardo con la mia tabella di marcia, lo so non è una novità considerando il mio passato. Ma l'importante è non arrendersi mai, e provare anche senza la certezza di riuscire, d'altronde  quel formicolio alle gambe che arriva con il sentore di una nuova sfida è sempre molto elettrizzante e mi fa sempre pensare che non ci sia situazione che non sia degna di essere vissuta o provata, come buttarsi con il paracadute, o fare immersioni, o anche più semplicemente riuscire ad arrivare in tempo per la pubblicazione del video del venerdì!
Oggi voglio stupirvi con una torta di tutto rispetto, anche se non ha nessun ingrediente che possiamo annoverare tra quelli tradizionali. Infatti in questa ricetta non ha uova, non ha farina (per lo meno non quella tradizionalmente usata) non ha latticini, ma c'è qualcosa in questo mix perfetto che permette la trasformazione di semplici ingredienti in una torta fantastica. Procuratevi gli ingredienti, guardate il video e sorprendete i vostri cari con una torta dall'aspetto sorprendente e dal gusto che è semplicemente Buono. Nessuno crederà che avrete preparato questa bontà in pochi minuti.

Ingredienti
100gr farina di riso
80gr farina di ceci
60gr farina di cocco
60gr farina di mais
200gr zucchero di canna
90gr olio di semi di girasole
20gr estratto al caffè (o un caffè ristretto)
1/2 bustina di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
200gr latte di cocco (latte vegetale)
100gr yogurt di cocco (yogurt vegetale)
2 cucchiaini caffè istantaneo
1 cucchiaino aceto
per la glassa
50gr cacao amaro
25gr zucchero a velo
15gr estratto al caffè (o mezzo caffè ristretto)
acqua q.b. per ottenere una glassa - nel video è spiegato passo passo

Preparazione
Semplicemente unica, una torta all'acqua, semplice, con pochi ingredienti che vi lascerà a bocca aperta, o forse sarebbe il caso di dire che vi lascerà a bocca piena, perché è così buona che non potrete smettere di mangiarne, ed è per questo che quella preparata da me è finita dritta dritta a casa dei miei vicini. E' importante stringere rapporti di buon vicinato!




venerdì 11 novembre 2016

dal Medio Oriente le Baklava, con pistacchi e miele

Buon venerdì mie Carissimi lettori,

oggi ci dedicheremo ad un dolcetto che ho scoperto durante il mio primo periodo a Londra, quando vivevo nel quartiere di Kilburn, molto vicino ad Edgware Road, dove il profumo dei narghilè si mischia a quello del miele e delle spezie. Un odore inconfondibile, che mi riporta indietro nel tempo, a quel periodo in cui mi godevo molto di più questa città ed il lavoro non aveva preso il sopravvento sulla mia vita. Ma d'altronde noi siamo padroni di noi stessi e quello che facciamo o decidiamo dipende solo da noi. Non ci sono scuse la nostra vita dipende da noi, possiamo costantemente pensare a quanto elementi esterni condizionino la nostra esistenza. Il perché ed il come decidiamo di lavorare per un certo posto piuttosto che un altro, la paura di provare, di tentare una nuova strada ci blocca ed inesorabilmente ci ritroviamo a 40 anni scontenti cercando di fornire ragioni esterne in modo da non sentirci responsabili del nostro vivere in un certo modo, che evidentemente non ci rende felici.

Oggi mi sono svegliata un po' così, scendendo col piede giusto dalla parte sbagliata del letto, e ho cominciato a rivalutare i pro ed i contro del modo in cui conduco la mia vita attuale.
La verità: non sono soddisfatta, vedo poco gli amici, non riesco mai a trovare il tempo per parlare abbastanza con mia madre o le mie sorelle. La mia vita si è ridotta a troppo lavoro ed aimè anche lì le soddisfazioni sono poche, è quindi stato inevitabile arrivare alla conclusione che ci vuole un cambiamento.

Come sono arrivata a parlarvi dell'insoddisfazione della vita passando per i racconti di una vita passata non lo so, ma questo è l'effetto della scrittura, ed in fondo il motivo per cui ho un Blog è poter scrivere e raccontare qualcosa, ma soprattutto condividere considerazioni e stati d'animo che magari qualcuno di voi prova, esattamente come me.

In momenti come questi, in cui parto per la tangente e rivoluziono il mio modo di vivere, la cucina è sempre una costante, i miei piatti rispecchiano i miei stati d'animo, quello che scelgo di preparare è il frutto di emozioni che vogliono uscire e trovano nel cucinare il loro mezzo di espressione

E le emozioni di questo venerdì si riflettono in dolcetti buonissimi che fanno parte di una me che non esiste più ma che ha voglia di tornare. E così, signori e signore, oggi prepariamo insieme le Baklava, tipico dolcetto del Medio Oriente, ricche di nocciole e pistacchi con un dolce sciroppo al miele, una tira l'altra.

Ingredienti
1 confezione di pasta fillo, dovrebbero essere circa 12 fogli da tagliare a metà.
200gr pistacchi
100gr granella di nocciole
150gr burro fuso
50gr olio di semi di girasole
per lo sciroppo
150gr miele
150gr acqua
150gr zucchero

Preparazione
assicuratevi di avere un panno umido per coprire la pasta durante la costruzione degli strati.
Con gli strati dovrete procedere così:
8 fogli di pasta fillo intervallati da burro
1 foglio di pasta fillo con burro e pistacchi
6 fogli di pasta fillo intervallati da burro
1 foglio di pasta fillo con burro e pistacchi
6 fogli di pasta fillo intervallati da burro
8 fogli di pasta fillo intervallati da burro
si tratta solo di ripetere lo stesso procedimento e le vostre baklava saranno perfette.
Vi servirà anche un coltello ben affilato, per poter tagliare gli strati con facilità.
Mangiate il giorno dopo sono ancora più buone!
Troverete il video con tutti i passaggi cliccando qui


venerdì 4 novembre 2016

Sticky Toffee Pudding, il countdown è iniziato

Buongiorno Carissimi e buon venerdì!
Avendo considerato attentamente il periodo natalizio, ed avendo analizzato tutti i pro e i contro, io ho deciso che da quest'anno le ricette di Natale le comincio a Novembre. Sembra troppo presto? In fondo nei negozi già si vedono timidi reparti dedicati al Natale e perché non anticipare anche con il menù? E così eccomi qui, oggi 8 Dicem... ehm ehm, volevo dire 4 Novembre su In Cucina con Meg troverete già delle ricette dedicate al periodo più bello dell'anno!

Oggi comincio con qualcosa di veramente tradizionale qui in Inghilterra, la Sticky Toffee Pudding, un dolce che vi farà rivalutare, ma soprattutto utilizzare tutti i datteri che conservate nella credenza dal lontano 2006. Solitamente si abbina a caramello e panna montata, ma anche gelato o frutta candita, una leccornia a cui i vostri cari non sapranno resistere.
Tra gli ingredienti troverete il treacle syrup, che altro non è che uno sciroppo di zucchero ricavato dalla lavorazione dello zucchero di canna, non credo di averlo mai visto in Italia, e se non lo avete non vi preoccupate, potrete sostituirlo con del golden syrup o del miele!

Ingredienti
per il pudding
225gr datteri denocciolati
225gr acqua bollente
75gr olio
200gr zucchero di canna
225gr farina per dolci
2 uova medie
1 cucchiaio di treacle syrup o golden syrup
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 bustina di lievito
60gr arance candite
per il caramello
100gr zucchero di canna
1 mandarino, scorza e succo
100ml panna vegetale

Preparazione
bisogna cominciare mettendo in ammollo i datteri, denocciolati mi raccomando, a meno che non vogliate rompere i denti ai vostri ospiti. Poi si mescolano tutti gli ingredienti, senza dimenticarsi di un po' di amore, si inforna il tutto e il vostro dolce di successo è servito! Per vedere tutto il procedimento cliccate qui




domenica 30 ottobre 2016

Pumpkin Pie a modo mio per un menù autunnale

Ciao Carissimi e Buona Domenica!

Oggi eccezionalmente di domenica per una collaborazione ricca di bontà! La fantastica Ombretta di Due Cuori e una Cappa (ma anche di Arte per Te) mi ha chiesto di preparare un secondo autunnale per la sua rubrica Pranzo con Voi! Sul suo canale troverete un fantastico dolce, mentre Angela, di Angela Passione Cucina ha preparato un delizioso primo!
Et voilà in pochi passi il vostro pranzetto è pronto, pieno di gusto e semplicità!
C'è da dire che quest'anno ho rivalutato l'autunno, c'è qualcosa nell'odore delle foglie, della legna che brucia nei caminetti, del prato umido e della nebbia che mi fa provare una sensazione di felicità! I ricordi misti a nuove scelte rendono questo periodo molto intenso ma anche molto piacevole e così la combinazione di tutti questi fattori si sprigionano in momenti di positività estremi.
Il tutto si traduce in ispirazione per nuove combinazioni di gusti e nuovi approcci a ricette della tradizione, proprio come questa pumpkin pie, tradizionalmente conosciuta come un dolce classico per il Thanks Giving, io ve la ripropongo in versione salata con un formaggio pugliese che è speciale, il caciocavallo. Il suo sottile retrogusto piccante si sposa perfettamente con il dolce sapore della zucca, e se ancora non vi ho convinti, non vi resta che vedere il video!

Ingredienti
per il ripieno
200g zucca Butternut
200g zucca Delica
1/2 cipolla bianca
1/2 peperoncino
180g Caciocavallo Pugliese
20g zenzero
salvia
timo
olio EVO
per la pasta brisè
190g farina 00
60g farina integrale
1/2 cucchiaino bicarbonato
40g olio EVO (tenetelo in freezer per 30min prima di usarlo)
100g acqua ghiacciata
per lo sciroppo
50g miele
100ml acqua
1/2 peperoncino
30g nocciole tostate
salvia
timo
1 cucchiaino di aceto

Preparazione
Mentre cucinate la zucca in forno avrete tempo per prepare la pasta brisè e lo sciroppo, ed in poco più di mezz'oretta avrete un secondo perfetto per il vostro pranzo autunnale!